• Home
  • GAL VALLE D’ITRIA

GAL VALLE D’ITRIA

CHI SIAMO

Il Gruppo d’Azione Locale Valle d’Itria nasce al termine del 2009 per garantire lo sviluppo integrato dell’area attraverso la gestione del Piano di sviluppo Locale (PSL), un progetto destinato agli operatori del mondo rurale. Il GAL è una società consortile a responsabilità limitata, che vede coinvolte le amministrazioni comunali di Cisternino, Locorotondo e Martina Franca ed un folto partenariato di soci privati. La filosofia su cui si basa consiste nella valorizzazione delle potenzialità del territorio e del patrimonio storico-culturale, paesaggistico ed enogastronomico; nel coinvolgimento diretto degli operatori nella governance locale e in quanto beneficiari delle azioni promosse dal GAL; nella creazione di una rete fra le competenze presenti e fra i diversi settori al fine di realizzare un effetto moltiplicatore. Il territorio della Valle d’Itria si presenta con un alto potenziale endogeno, per cui il PSL viene concepito come un driver di sviluppo che indirizzi i processi di crescita, realizzando una strategia che punta a rafforzare l’esistente, a creare nuove realtà produttive, a guidare verso una crescita multifunzionale e a promuovere una integrazione dei settori economici tra loro e con il partenariato socio-culturale.

L’EMIGRAZIONE IN VALLE D’ITRIA

Un viaggio che parte dalla Valle d’Itria e arriva lontano. Il Laboratorio dell’Emigrazione della Valle d’Itria e la partecipazione dei cittadini attraverso racconti, documenti, fotografie, cartoline hanno consentito di tracciare un quadro chiaro, seppur parziale, del fenomeno migratorio dei cittadini di Cisternino, Locorotondo e Martina Franca. La motivazione quasi esclusiva che ha portato alla partenza dei più, risiedeva nella ricerca di un lavoro. Già ad inizio novecento ci sono testimonianze di emigrazione oltreoceano, mentre nel primo dopoguerra e negli anni ’50 – ’70 un gran numero di emigranti lasciò la terra natia per il nord, dirigendosi sia verso città come Milano, Torino e Genova, sia verso gli stati europei più vicini, la Germania, la Francia, il Belgio e la Svizzera. In quest’ultimo paese si costituì una vera e propria colonia “itriana”, in particolare a Schaffhausen e a Herzogenbuchsee. Tanti i sogni e le speranze dei nostri conterranei e parenti, anche prossimi, che partivano con valigie piene di coraggio e speranza, sopportando enormi sacrifici fisici e grandi privazioni affettive. Comune a tutti il desiderio di tornare a casa appena possibile e, quasi mai, quello di stabilirsi. Un legame indissolubile, quindi, con il territorio d’origine, che ha fatto sì che a tornare in Valle d’Itria siano stati anche i figli degli emigranti, nati in nord Europa, ma desiderosi di conoscere le proprie radici e di realizzare il proprio futuro in quei luoghi che i padri erano stati costretti ad abbandonare.

ARTICOLI GAL

Posts not found

Info
Laboratorio dell’Emigrazione della Valle d’Itria Sede: Martina Franca Indirizzo: Via Bellini 107° ecomuseodivalleditria@gmail.com Sito web: www.ecomuseodivalleditria.it Orari di apertura: lunedì dalle ore 10,00 -12,00 Persona di contatto: Maria Luisa Bello
Error: Only up to 6 widgets are supported in this layout. If you need more add your own layout.
CERCA IL TUO GAL

Progetto



CUP: I46J13000210009 - CIG: X151097FD5 -CODICE PROGETTO: I-L-IT-010-013-001 Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421 Progetto di cooperazione “Pugliesi nel Mondo- Progetto di cooperazione interterritoriale PUGLIESI NEL MONDO

Insieme a

Log In

Implementing Partner MamApulia aps - Labepuglia (C) 2017