Antonio Calitri

1875 - Il 7 giugno 1875 nasce a Panni, in vico Cacchiotti n.11, Antonio Calitri, da Giuseppe e Carolina Del Vicario, contadini. Registra l'atto il Cavalier Dottor Enrico Manuppelli, sindaco di Panni. Sono testimoni: Michele Del Vicario e Luigi Ciruolo.

1893 - Frequenta il Sacro Seminario di Bovino. Così in "Dietro la Maschera. Diario di Don Bruno" è descritto il seminario di Montecastro (Bovino): “soffrivo nel Seminario di Montecastro che, da nobile accademia era ridotto a lurido asilo di giovinastri espulsi dai ginnasi e licei del Regno. Cinque lunghissimi anni di studi gravi, intensi, forzati e di furiose letture, palesi e clandestine, di libri sacri e profani, non mi avevano dato la pace sospirata. Un altro anno non l'avrei potuta durare in quel serraglio di giovani scapati, viziati , ipocriti e di maestri e professori improvvisati, con i quali mi accapigliavo continuamente.”

1895 - Il 23 luglio, l'arcivescovo di Bovino, Michele De Iorio, dichiara di avere promosso il  “novitium” Antonio Calitri,  “aetate vita, moribus et scientia idoneum [...] ad Primam Clericalem Tonsuram”. Alcuni anni dopo abbandona il sacerdozio per dedicarsi agli studi universitari: si laureerà in Lettere presso l'Università di Napoli ed insegnerà in alcune scuole pubbliche.

1900 - In seguito all'abbandono del sacerdozio, vive una vita difficile nell'ambiente semi-feudale dell'Italia post-unitaria.  Spinto dalla  ricerca di un ambiente che possa permettergli di esprimersi liberamente, emigra negli Stati Uniti e si stabilisce a New York. Collabora con varie riviste americane, tra cui "L'Araldo Italiano". In quegli anni si lega al circolo dello scultore Onorio Ruotolo, conoscendo i più importanti intellettuali progressisti dell'epoca, tra cui Leonard Covello, il futuro sindaco di New York: Fiorello La Guardia, il poeta Arturo Giovannitti e Angelo Patri.

1904-1907 - Insegna italiano e latino all'International Scholarship Association di New York.

1909 - Pubblica, insieme ad altre poesie, "La canzone dell'Hudson River", che confluirà nella raccolta "Canti del Nord-America".

1913 - Viene incaricato dal "Board of Education di New York" di organizzare corsi d'italiano nelle scuole serali.

1914 - Traduce le poesie di Shelly. Il volume è dedicato a John H. Finley, commissario dell'istruzione pubblica di New York. Fin dall'inizio Calitri dà grande importanza alla professione di insegnante, cui si dedicò con particolare intelligenza, consapevole della delicatezza del compito che lo attendeva e che riguarda la necessità di costruire una "cerniera" tra generazioni di espatriati spesso in aspro conflitto.

1919 - Collabora con la rivista "Il Fuoco",  diretta da Giovannitti. Cessate le pubblicazioni de "Il Fuoco", Calitri fonda l'importante rivista "La Favilla" che illuminava le menti dei lettori.

1925 - Pubblica a Roma, per i tipi dell'editore Stock, "Canti del Nord-America". Si legge nella dedica: “Ai / diletti pannesi e a / gli emigrati in America/ che / com'essi laboriosi/ crebbero in  gentilezza/ fraternamente consacro.” Il libro fu prefato da Prezzolini che ne scrisse:“Immaginate  bene che l'avevo veduto arrivare con una certa diffidenza. Roba di un espatriato! Che cosa poteva essere rimasto d'italiano in colui, dopo tanti anni di America? E la macchietta di Farfariello, udita nei teatrini del quartiere italiano di New York, riempiva la mia immaginazione con il suo dialetto napolo-anglosassone. E ora eccoci davanti ai doganieri della critica, che domanderanno che cosa c'è nel libro. - Poesia, signori, e non paga dazio.”

1926 - Fonda il mensile "Il Convito", con la collaborazione degli studenti della "P. Hoffman Junior High School" di cui era preside Angelo Patri, educatore di grande rilievo e tra le più rappresentative figure dell'intellettualità italoamericana d'inizio Novecento.

1949 - Scrive il romanzo "Dietro la maschera. Diario di Don Bruno" evidentemente ispirato alla propria vita. Il protagonista è un giovane sacerdote, Giunio Bruno, che vive nel ristretto ambiente di Montefumo, combattuto tra le pressioni familiari che l'hanno spinto a prendere i voti e mai sopite pulsioni sensuali che l'indurranno a legarsi con una giovane montefumese. Il religioso decide di trasferirsi in America, sia per evitare alla donna la condanna dei compaesani, sia perchè ormai consapevole che il retrivo ambiente in cui è nato non gli consentirebbe di esplicare in tutte le sue potenzialità una prepotente vocazione intellettuale.

1950 - Esce la prima edizione di Fanciullezza a Montefumo, pubblicata quell'anno per i tipi dell'editore Gastaldi in Milano.

1954 - Muore a Lawrence (Massachusetts) il 12 luglio.

 

Error: Only up to 6 widgets are supported in this layout. If you need more add your own layout.
CERCA IL TUO GAL

Progetto



CUP: I46J13000210009 - CIG: X151097FD5 -CODICE PROGETTO: I-L-IT-010-013-001 Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse IV – Fondo FEASR– Misura 421 Progetto di cooperazione “Pugliesi nel Mondo- Progetto di cooperazione interterritoriale PUGLIESI NEL MONDO

Insieme a

Log In

Implementing Partner MamApulia aps - Labepuglia (C) 2017